“La biblioteca segreta di Timbuctù” di Joshua Hammer

L'antica capitale del Mali è stata per secoli il cuore intellettuale dell’Africa subsahariana, qui fiorì un’intensa produzione culturale.

Questa includeva testi di ogni sorta, da quelli religiosi e quelli di fisica, medicina, botanica, giurisprudenza, educazione sessuale e geografia.

Un immenso patrimonio di manoscritti recuperati in tutto il continente dal bibliotecario Abdel Kader Haidara e messo a rischio dall’arrivo degli jihadisti a Timbuctù. È il 2012, Abdel Kader decide di fare qualcosa, quindi recluta dei bibliofili per contrabbandarli oltre i posti di blocco. “La biblioteca segreta di Timbuctù” racconta la vera storia degli uomini che hanno salvato oltre trecentomila libri dalla furia della Jihad, muovendosi in modo rocambolesco tra mille pericoli e rischiando la vita per proteggere un patrimonio di inestimabile valore.

Questa città vive con l’Islam da mille anni. Abbiamo avuto gli insegnanti e le università più illustri. E adesso questi beduini, questi analfabeti, questi ignoranti ci dicono come portare i pantaloni, come pregare, come devono vestirsi le nostre mogli, come se la via dell’Islam l’avessero inventata loro.

Perché leggerlo? Perché tutti i giorni sentiamo parlare di Islam in modo parziale e superficiale. Perché fin quando esisteranno uomini che salvano libri a rischio della propria vita saremo tutti più al sicuro.

Titolo: “La biblioteca segreta di Timbuctù” di Joshua Hammer, Rizzoli Editore

 *Per ricevere comodamente nella tua casella di posta elettronica notizie e curiosità dal mondo come questa, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER nel box qui a fianco.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Twitter
crediti

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.