In Papua Nuova Guinea, tra esploratori e festival tribali

Metà novembre 2017. Compare la notizia dell’esploratore inglese Benedict Allen disperso nelle impenetrabili foreste delle Highlands in Papua Nuova Guinea.

Questo è ciò che riportano i giornali da una delle zone più remote del mondo, caratterizzata dalla presenza di centinaia di tribù spesso in conflitto tra loro. Allen era partito per documentare l’attuale stile di vita della tribù degli Yaifo - una delle più isolate del paese - facendosi lasciare da un elicottero nel cuore delle montagne con un vago appuntamento per il suo ritorno alla civiltà dopo circa due mesi.
Come al solito non aveva con sé né GPS né telefoni satellitari, impossibile contattarlo. Anche per questa abitudine - che è sempre stata il marchio di fabbrica del suo viaggiare - molti sono stati i detrattori, ma altrettante sono state le testimonianze di amicizia provenienti da tutto il mondo. Fortunatamente verso la fine di novembre un elicottero inviato a perlustrare l’area lo ha trovato bloccato nel bel mezzo del conflitto tra due tribù, che gli aveva impedito di allontanarsi.
Ma chi è Benedict Allen? Considerato uno dei più grandi esploratori viventi, è membro della Royal Geographic Society inglese e autore di diversi libri e documentari tv trasmessi da BBC, National Geographic TV e History Channel. Nato in un’epoca in cui sembrava essere stato già scoperto tutto, e non potendo contare sul supporto logistico dei grandi istituti di ricerca e delle grandi produzioni, ha creato il suo stile esplorativo improntandolo a una sorta di tuffo nel passato.
Benedict Allen è il prototipo dell’avventuriero solitario che, contando solo sulle proprie forze, mosso da un’irrefrenabile curiosità e dall’ancestrale desiderio di scoperta insito nell’uomo, si spinge alla ricerca dei territori e delle popolazioni meno conosciute del pianeta.
In questa impresa il suo stile “leggero”, che non prevede l’uso della moderna tecnologia, gioca una parte fondamentale per immergersi completamente e senza compromessi nell’ambiente che intende esplorare. Noto per le sue innumerevoli traversate di deserti, foreste e montagne nei luoghi più remoti del pianeta, è anche famoso per avere inventato il documentario d’avventura girato con una semplice telecamera a mano, senza il supporto di una troupe, riuscendo così a trasmettere il vero senso del viaggio di scoperta.
Ormai diventato anche un motivatore, ospite di programmi televisivi ed eventi a tema, riteniamo possa essere una bella fonte di ispirazione per tutti noi. Uno dei temi ricorrenti nei suoi discorsi è infatti che il desiderio di conoscenza è comune a tutti gli uomini, e che in fondo siamo tutti un po’ esploratori, si tratta solo di prendere il coraggio a due mani e partire per vivere le tante avventure che il mondo riserva a ognuno di noi.
Qui sotto alcuni festival tribali per cui la Papua Nuova Guinea è famosa.

I festival tribali della Papua Nuova Guinea

Dal 17 agosto al 19 agosto, si svolge nella località di Mount Hagen, nelle Highlands occidentali della Papua Nuova Guinea, il Mount Hagen Show. Il festival che fin dal 1964 coinvolge decine di tribù in un tradizionale sing-sing (un incontro tribale) dove gli unici conflitti sono quelli costituiti dalle competizioni di musica e danze, che avvengono tra coloratissimi costumi tradizionali.
Dal 15 settembre al 17 settembre, si svolge a Goroka, nelle Highlands orientali, il più grande e noto festival tribale della Papua Nuova Guinea: il Goroka Show. Organizzato per la prima volta nel 1957 dalle autorità australiane per promuovere la pacifica convivenza tra le tribù dell’isola spesso in guerra tra loro, oggi il festival ospita fino a cento tribù diverse. Le tribù si radunano per far conoscere le proprie danze, i rituali e le proprie tradizioni, sfoggiando per l’occasione i coloratissimi costumi tradizionali. Un evento turistico ma soprattutto una rara occasione di confronto per le tribù tutt’ora in conflitto. 

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Twitter
crediti

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.